PaperUni 0.5: Reason is the first victim of strong emotion

paperuni-0_5Editoriale: “Basta “virtuale”! La vita &grave un’altra cosa”
Argomento del mese: “Droga da Social Network”, “E se Google comprasse Facebook?”, “Un motore di decisioni!”
Vita da studente: “Sede che vai… servizio che trovi!”, “Un viaggio tra i corridoi… e nel tempo”, “Programma Erasmus”
Innovazione: “Sorpresi con le mani in plasma”, “Un’oasi… sul mare”
Ricerca:“Una nave in un click: Fotogrammetria ed ingegneria navale”
Ambientiamoci: “Copenaghen 2009: summit sul clima”, “E tu cosa fai? Decidi di non essere stupido”
Di tutto un po’: “My two cents: Memorie dal primo giorno della memoria”, “L’Agenda”, “Il CD: Editors: In This light and on this evening”, “Il Cineforum: A Beautiful Mind”

Scarica PaperUni Anno 0, Numero 5 in formato digitale!

E se gli altri avessero ragione?

Published on PaperUni Anno 0, Numero 2.

Quotidianamente ci si ritrova ad affrontare dei contraddittori, per i più disparati motivi, politica, religione, scienza, lavoro, questioni legali e nelle più diverse modalità: discussione al bar, pianificazione o realizzazione di progetti contrapposti, dibattito televisivo, scontro allo stadio, duello alla sciabola e chi più ne ha più ne metta.

Tuttavia nessuno, o comunque in pochi lo fanno, si pone la domanda “e se fossero gli altri ad avere ragione?” In fondo, non è impossibile che la propria posizione sia sbagliata: se ci sono due tesi contrapposte e mutuamente esclusive allora, per certo, almeno una deve essere necessariamente sbagliata. Qualcuno erroneamente potrebbe speculare su questa semplice proposizione per dimostrare che la propria posizione sia l’unica possibile, tuttavia non funziona così: non è vero che in presenza di più teorie in contraddizione ce ne deve essere necessariamente una corretta; ma questa è un’altra storia. Read more of this post

PaperUni 0.2: don't think you knew you were in this song

Editoriale: “E se gli altri avessero ragione?”
Argomento del mese: “Le licenze software””
Vita da studente: “Un nuovo calendario per la facoltà di Scienze e Tecnologie”, “Vita da matricola”, “Punto F”
Ambientiamoci: “Il Po reclama la sua acqua”
Innovazione: “Nuvole e internet”, “Ritorno alla Luna”
Ricerca:“Polvere di Stelle”
Di tutto un po’: “Il Cineforum: Bastardi Senza Gloria”, “La libreria: Il Giorno Prima Della Felicità”, “La sala giochi: “World Of Goo”

Scarica PaperUni Anno 0, Numero 2 in formato digitale!

PaperUni 0.1

paperuni-0_002

Editoriale: “E continuate a chiamarla ‘Pace'”
Argomento del mese: “La Parthenope senza veli”
Vita da studente: “Operazione Camper”, “Consigli per le matricole”
Agenda: “Linux Day 2009”, “Universid’arte, il primo festival d’arte nazionale per studenti universitari”
Innovazione: “Project Natal”, “La casa dei ‘Sogni'”
Di tutto un po’: “La libreria: La sezione aurea”, “Il Viaggio: Praga”, “Il Cineforum: L’Onda”, “La libreria: Non avevo capito niente”, “La sala giochi: Ardentryst”, “Il disco: The Resistance”

Scarica PaperUni Anno 0, Numero 1 in formato digitale!

PaperUni

PaperUni Cover

PaperUni è il nuovo magazine scritto da, e rivolto soprattutto a, gli studenti dell’università Parthenope del Centro Direzionale di Napoli, ovvero delle facoltà di “Ingegneria” e di “Scienze e Tecnologie”.

Uno degli scopi fondamentali di PaperUni è quello di “essere utile” a tutti gli studenti, creando un punto di concentrazione di tutte le informazioni riguardanti notizie ed eventi delle facoltà e dell’università. PaperUni si prefigge il compito di avvicinare gli studenti delle facoltà ai progetti di ricerca svolti all’interno dei dipartimenti e viceversa.

Il progetto “PaperUni” è più del magazine cartaceo (del quale mi occupo direttamente): a breve sarà aperto un portale web dove oltre alle notizie da e per gli studenti, saranno previste sezioni di interesse generale, forum di discussione sulle notizie pubblicate e spazi aperti a chiunque voglia scrivere.

Il numero 0 del magazine è stato presentato giovedì 18 giugno 2009 in occasione del “Fedora 11 Release Party Napoli”. La prossima uscita è prevista per la seconda metà di settembre 2009, da quando comincerà ad uscire a cadenza mensile.

Se vuoi puoi scaricare la copia digitale della prima uscita da qui!

Eroi decadenti

Published on PaperUni Anno 0, Numero 0.

Noi che abbiamo lambito la generazione X, che abbiamo (e spesso lo facciamo ancora) sognato la generazione beat o il flower power, noi che avremmo saputo da che parte stare negli anni 40, 60, 70, non importa quale delle due, noi che facciamo parte di una generazione senza nome, noi siamo gli eroi decadenti di questa generazione.
Potremmo essere i protagonisti della eventuale quarta parte di una riedizione molto postuma de “I Paradisi Artificiali” di Charles Baudelaire; tanto i paradisi artificiali sono gli stessi e neanche sono cambiate le modalità per accedervi.
Certo noi, i nostri, li abbiamo addobbati in modo diverso. In questo senso abbiamo avuto la fortuna di potervi sistemare, uno per ognuno degli infiniti angoli, i film di Kubrick, la musica dei Pink Floyd, dei Led Zeppelin, dei Dream Theater, dei Porcupine Tree, le tavole di Escher, la macchina di Von Neumann e quella di Turing una di fronte ed accanto all’altra.
Read more of this post